Biografia

Sono italiano, nato a Santa Paolina (AV) nel 1951. Dopo un periodo vissuto in Germania, dal 1973 vivo in Svizzera, dove risiedo e lavoro nel Canton di Lucerna, da ormai oltre 40 anni.

Dopo aver conseguito il diploma professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato a Viterbo, mi sono trasferito prima in Germania e poi in Svizzera, a Wolhusen (Lucerna). Partito poco più che ventenne, la Svizzera è diventata la mia seconda casa e qui ho perfezionato i miei studi presso l’EDP di Lucerna. Ho lavorato presso la Transitgas AG del Gruppo ENI e, dal Gennaio 2012, del gruppo FluxSwiss (Belgio).

Sono sempre stato uno sportivo ed ho celebrato la mia passione in una lunga carriera calcistica, iniziata da adolescente nelle fila della viterbese, fino a diventare calciatore e poi allenatore delle Giovanili di FC Wolhusen e di FC Luzern (LU) dal 1974 al 1996.

Sono cattolico e ho sempre agito in difesa dei valori non negoziabili, della famiglia, e per il sostegno e l’integrazione degli italiani all’estero. Il mio impegno politico è stato ufficializzato nel 2008 con la prima candidatura e proseguito con la seconda candidatura nel 2013 nella Circoscrizione Europa per la Camera dei Deputati nelle Elezioni Politiche.

Come sopra accennavo, da italiano emigrato all’estero, l’integrazione è sempre stata un impegno fondamentale. Sono Consigliere della Commissione per l’Integrazione del Comune di Wolhusen (LU) dal 2001 ad oggi. Nel 2005 sono stato eletto Consigliere nel  COMITES di Lucerna (Comitato degli Italiani all’Estero) e sono stato Presidente della Commissione Terza Età fino al 2015. Ho avviato diverse iniziative tra le quali la più importante l’aver presentato il Progetto dei reparti “mediterranei” riservati alle cure degli italiani anziani residenti all’estero. I reparti “mediterranei” sono realtà molto diffuse a Zurigo, Basilea e Berna e speriamo di ottenere al più presto le autorizzazioni locali perché anche a Lucerna questo progetto diventi realtà.

Per me la famiglia è fondamentale: è il pilastro di una società sana. Uno dei perni sul quale la famiglia si regge sono i nonni. Dal 2006, in occasione della festa promossa per loro dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (ogni 2 di Ottobre, nella festa dei Santi Angeli Custodi), ho voluto diffondere questo costume anche in Svizzera, a Lucerna. Oggi è diffusa anche in Italia e in Europa. Grazie al COMITES, negli anni il palcoscenico della Festa dei Nonni ha ospitato moltissimi artisti: gli ultimi in ordine di tempo Rosanna Fratello, Donatello, Giuliano e i Notturni, Pippo Franco, Enrico Beruschi, Luca Napolitano, Elisabetta Viviani, Tiziana Rivale e Giovanna Nocetti.

Questi volti noti ci hanno aiutato a ricordare di come in passato, per far sentire gli emigranti italiani residenti in Svizzera vicini alla loro Italia, l’unico modo fosse il piccolo schermo e il programma televisivo “Un’ora per Voi”, realizzato dalla radiotelevisione svizzera (SSR) e la radiotelevisione Italiana (RAI). In quel periodo, dal 1964 al 1989, infatti, l’immigrazione Italiana non godeva come oggi delle reti televisive Italiane (Rai 1, Rai 2, Rai 3) e non c’erano le tecnologie moderne (internet, smartphone, ecc.) che potessero collegarci con la nostra amata Italia.

Dal 2015 la Festa dei Nonni viene organizzata dalla Missione Cattolica Italiana di Emmenbrucke con la quale da anni collaboro anche per altre iniziative. Tra gli ultimi progetti realizzati insieme, la “Pizzata di solidarietà” a Emmenbrucke del novembre 2017, nell’ambito della Prima Giornata Mondiale dei Poveri in Svizzera. Realizzata nel CENTRO PAPA GIOVANNI ha partecipato Nando Bonini, ex chitarrista di Vasco Rossi. Il ricavato è stato interamente devoluto alle persone bisognose.

Come vi ho detto, sono oltre 40 anni che risiedo in Svizzera. Oggi sono Capolista alle Elezioni Politiche del 2018, nella Circoscrizione Europa nella LISTA “CIVICA POPOLARE” LORENZIN e come sempre il mio impegno è a favore dei VALORI NON NEGOZIABILI: la difesa della Vita dal suo inizio al suo naturale compimento; della Famiglia, unico, vero pilastro di una società solidale e sana; della tutela agli anziani; della libertà di educazione religiosa; della ricerca e difesa della giustizia sociale. Questo programma lo porto avanti da sempre, cercando di coniugare l’Etica della Vita con l’Etica Sociale, difendendo e tutelando in particolare i diritti e le necessità di tutti gli Italiani residenti all’estero in particolare in Europa.

Programma

vota franco aufiero